Informativa
Gentile Utente, questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Avvisi

Prev Next

n. 8 / a.a. 2017-18: CORSO DI TECNICHE PER LA PITT... Read more

n. 7 / a.a. 2017 - 18: CORSO DI ESTETICA - Docente... Read more

n. 6 / a.a. 2017/18: CORSO DI STORIA DELL'ARTE MOD... Read more

n. 5 / a.a. 2017-18: LEZIONE DI LINGUAGGI E TECNIC... Read more

n. 4 / a.a. 2017-18: LEZIONE DI REGIA - ANNULLATA ... Read more

n.03/aa 17-18: INSEGNAMENTI MUTUATI DALL'UNIVERSIT... Read more

Eventi e progetti

40 performance40° sopra La Performance 


Cristian Chironi, Francesca Grilli, Jacopo Miliani, Davide Savorani, Sissi 

a cura di Fabiola Naldi e Maura Pozzati 

13–14 ottobre 2017
Palazzo Magnani, via Zamboni 20, Bologna

A 40 anni di distanza dalla celebre Settimana Internazionale della Performance alla Galleria d’Arte Moderna di Bologna, Palazzo Magnani ospita 40° sopra La Performance, progetto ideato e curato da Fabiola Naldi e Maura Pozzati. Cinque artisti quali Cristian Chironi, Francesca Grilli, Jacopo Mi- liani, Davide Savorani e Sissi sono stati chiamati a interagire con uno spazio carico di passato e di cultura attraverso per- formance inedite o prodotte per l’occasione, con la volontà da un lato di ri ettere sulla performance attuale in ambito artistico e dall’altro lato con il desiderio di “ricordare” quel preciso momento, quando ancora si tentava di ssare i tratti unitari del fenomeno, nelle sue molteplici forme e possibi- lità tecniche. 40° sopra La Performance inoltre è liberamente ispirato al titolo del secondo manifesto del Nouveau Réa- lisme “A 40° au dessous de Dada” in cui il critico Pierre Re- stany individuava la longitudine temporale delle Neo Avan- guardie 40 anni dopo il Dadaismo. In questo caso, la stessa fondamentale longitudine critica viene evidenziata dalle due curatrici nella nota manifestazione bolognese del giugno 1977. Per l’occasione ogni artista ha scelto uno spazio preciso di Palazzo Magnani, solitamente accessibile solo per appun- tamento, per permettere al pubblico non solo di entrare in relazione con la ricerca artistica contemporanea ma anche con i luoghi stessi del palazzo storico, affrescato dai Carracci. Oralità, sicità, suono, installazione, ambiti comuni delle produzioni artistiche internazionali attuali si af ancheranno in due giorni di azioni nelle quali potere indagare il corpo ma anche le possibili interazioni sinestetiche in una reci- proca complicità fra pubblico e artisti.


Fabiola Naldi e Maura Pozzati.

Download programma completo